assicurazione casa eventi atmosferici cosa copre e cosa esclude

Assicurazione casa eventi atmosferici: cosa copre e cosa esclude?

condividi questo articolo su:

L’assicurazione casa eventi atmosferici è uno strumento assicurativo essenziale per proteggere la propria abitazione dai danni causati dai fenomeni meteorologici estremi. A causa dei cambiamenti climatici in atto, questa copertura assicurativa molto diffusa all’estero è oggi tra le più richieste in ambito RC Casa anche in Italia. Tuttavia, la comprensione approfondita delle condizioni di copertura, dei pagamenti e delle esclusioni è cruciale per massimizzare i benefici di questa polizza. In questo articolo esploreremo dettagliatamente l’assicurazione casa eventi atmosferici, focalizzandoci sulle modalità di risarcimento e fornendo un elenco esauriente degli eventi non coperti.

Assicurazione casa eventi atmosferici: cos’è e cosa copre?

Un’assicurazione casa eventi atmosferici offre una copertura specifica per danni causati da eventi atmosferici di forte intensità, non un semplice maltempo. Questa copertura può includere danni strutturali, danni agli ambienti interni, danni ai beni personali e spese di alloggio temporaneo nel caso in cui la casa diventi temporaneamente inabitabile.

Questi eventi possono includere, ma non sono limitati a:

  1. Tempeste e uragani: coprono danni causati da forti venti, pioggia abbondante, grandine e altri effetti collaterali di tempeste o uragani.
  2. Inondazioni: proteggono contro danni causati da inondazioni dovute a piogge intense, esondazioni di fiumi, mareggiate o altri eventi idrologici.
  3. Tornado: garantiscono una copertura contro i danni derivanti da tornado, inclusi venti ad alta velocità e distruzione correlata.
  4. Grandine: coprono i danni causati dalla caduta di grandine, che può danneggiare veicoli, tetti, finestre e altri beni.
  5. Fulmini: forniscono copertura per danni causati da fulmini, compresi gli incendi scatenati da scariche elettriche.
  6. Neve e ghiaccio: coprono i danni causati da accumuli di neve, gelo o ghiaccio, inclusi danni alle strutture e agli impianti elettrici.
  7. Tsunami: in alcune regioni, le polizze possono coprire i danni causati da tsunami, che sono maremoti provocati da eventi sismici o vulcanici sottomarini.
  8. Eventi sismici: in alcune polizze, gli eventi sismici possono essere inclusi come eventi atmosferici, anche se più correttamente sono fenomeni tellurici.

Rimborso assicurazione casa: basta il preventivo o serve la fattura?

La modalità più comune è il pagamento su presentazione di fattura. Dopo aver effettuato le riparazioni o sostituzioni necessarie, l’assicurato presenta alla Compagnia Assicurativa la fattura dettagliata dei costi sostenuti. L’Assicurazione rimborsa quindi l’importo specificato nella fattura, deducendo eventuali franchigie.

Alcune Compagnie Assicurative consentono il pagamento su preventivo preventivamente approvato. L’assicurato ottiene preventivi da professionisti del settore e li presenta all’Assicurazione per l’approvazione. Una volta approvato, l’assicurato può procedere con i lavori e ricevere il rimborso in base al preventivo approvato.

Assicurazione casa eventi atmosferici: cosa esclude?

Sulla questione, vale la pena prestare la massima attenzione. Infatti, nel testo di polizza potrebbero essere esclusi dalla copertura i danni ai tetti, alle canne fumarie, alle antenne satellitari e ai balconi. Ecco perché è indispensabile chiarire ogni dettaglio quando si stipula una assicurazione casa eventi atmosferici. Inoltre, alcune Assicurazioni ammettono l’operatività della polizza solo se anche le strutture abitative adiacenti, assicurate o meno, risultino danneggiate. Le esclusioni comuni includono:

  1. Danni preesistenti: la polizza potrebbe non coprire danni già presenti prima dell’evento atmosferico.
  2. Negligenza dell’assicurato: se i danni sono causati da negligenza o mancata manutenzione adeguata da parte dell’assicurato, potrebbero essere esclusi dalla copertura.
  3. Danni a strutture non standard: alcune polizze potrebbero escludere danni a strutture non standard, come giardini, recinzioni, o costruzioni esterne non rientranti negli standard convenzionali.
  4. Danni a oggetti di valore elevato: elementi come gioielli, opere d’arte o oggetti di valore potrebbero richiedere una copertura specifica aggiuntiva.
  5. Danni ai pannelli solari: molte Compagnie Assicurative escludono i danni ai pannelli solari dalla copertura standard.
  6. Danni causati da eventi non atmosferici: eventi come terremoti o incendi potrebbero richiedere una copertura separata.

La consultazione attenta delle esclusioni è fondamentale per comprendere i limiti della copertura e prendere decisioni informate in fase di acquisto della assicurazione casa eventi atmosferici. Inoltre, la comunicazione chiara con la Compagnia Assicurativa può aiutare a personalizzare la polizza per adattarla alle esigenze specifiche dell’assicurato.

Hai subito un danno da evento atmosferico e sei assicurato? Contattaci subito allo 041.997238 per la gestione del sinistro. Grazie alla collaborazione con periti specializzati, lo Studio Baraldi Risarcimento Danni ti aiuterà a ottenere il massimo indennizzo previsto dalla tua copertura assicurativa. Il nostro team di esperti ti aspetta nella sede di Spinea (Venezia Mestre) o nella sede di Montebelluna (Treviso) per una consultazione gratuita!

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su :

Articolo precedente
RC Casa: cosa copre, polizza valore intero e primo rischio assoluto
Articolo successivo
Assicurazione incendio e scoppio, la polizza casa obbligatoria
TAG :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Richiedi una Consulenza

altri articoli…

Menu