bici sulle strisce cosa succede in caso di incidente stradale

Bici sulle strisce: cosa succede in caso di incidente stradale?

condividi questo articolo su:

A chi non è capitato di fermarsi per far attraversare una bici sulle strisce pedonali? Gli affezionati lettori del nostro blog sanno che molto spesso i principali protagonisti degli incidenti stradali sono i ciclisti. Il ciclista investito da un’auto è, infatti, uno degli incedenti più frequenti e con i risvolti più gravi. Assieme ai pedoni, i ciclisti sono esposti al rischio di gravi danni quando subiscono un investimento in bici sulle strisce.

Investimento del ciclista che attraversa in bici sulle strisce

Uno dei casi più controversi è l’investimento del ciclista che attraversa in sella alla propria bici sulle strisce pedonali. Il più delle volte, l’attraversamento sulle strisce è considerato un comportamento sbagliato dei ciclisti nei confronti degli automobilisti. I ciclisti, infatti, sono spesso sanzionati dalle Forze dell’Ordine che intervengono sul posto per i rilievi del sinistro. Questo perché si ritiene che le strisce pedonali siano esclusivamente ad appannaggio dei pedoni. Ma è veramente così? O si tratta di un luogo comune che possiamo smontare? E come si può far valere il proprio diritto al risarcimento del danno in caso di incidente sulle strisce pedonali?

I ciclisti possono pedalare sulle strisce pedonali?

A prescindere dagli obblighi dei ciclisti e a quanto disposto dall’art. 182 del Codice della Strada è opportuno fare una considerazione: non vi è alcun riferimento normativo che stabilisca che i ciclisti non possano attraversare sulle strisce pedonali in sella al velocipede. L’unico obbligo previsto, infatti, è quello dettato dall’art. 182 comma 4 del Codice della Strada che recita: “i ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni”. Ne consegue, quindi, che ai ciclisti non è vietato pedalare sulle strisce pedonali. I ciclisti sono passibili di multa solo nel caso in cui siano di pericolo per i pedoni negli spazi riservati al loro transito.

È pertanto possibile per il ciclista coinvolto in un incidente sulle strisce pedonali procedere, nei tempi previsti dalla legge, con il ricorso alla multa stradale perché colpevole di non essere sceso dalla bici. È il conducente del veicolo a motore, piuttosto, che è obbligato a rallentare e prestare maggiore attenzione in fase di avvicinamento alle strisce pedonali.

Fatta questa premessa, bisogna evidenziare che nel corso degli anni si è andata consolidando un’errata consuetudine. Poiché gli attraversamenti pedonali sono riservati ai pedoni, le Compagnie Assicurative tendono sempre ad applicare al ciclista un concorso di colpa quando è il momento di risarcirlo per i danni fisici subiti.

È di fondamentale importanza, dunque, analizzare il caso specifico e affidarsi a un professionista del settore. Il professionista dovrà relazionarsi con la Compagnia Assicurativa del veicolo investitore nel miglior modo possibile per far valere le ragioni del ciclista. In 45 anni di attività lo Studio Baraldi Risarcimento Danni ha gestito innumerevoli casi analoghi supportando i ciclisti danneggiati attraverso ricorsi e accordi transattivi in loro favore.

Se sei stato investito in bici sulle strisce e hai bisogno di assistenza medico-legale non esitare a contattare lo Studio Baraldi Risarcimento Danni allo 041.997238. Il nostro team ti aspetta nella sede di Spinea (Venezia Mestre) o nella sede di Montebelluna (Treviso) per una consultazione gratuita. Al tuo fianco per ottenere il massimo risarcimento del danno!

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su :

Articolo precedente
Pedoni, auto e strisce pedonali: regole e risarcimento danni
Articolo successivo
Auto danneggiata in sosta o in parcheggio: cosa fare?
TAG :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Richiedi una Consulenza

altri articoli…

Menu